Menu
Home
Chi siamo
La storia
Attività
Telegrafia
Dove siamo
Progetti
Sardinian Style
Glowbugs
News
Poesia
Log
Contatti
Statuto
Silent Key
Memorial Day
Servizio Radio Supporto Attività
Esperimenti NVIS
Serate della Scienza
Mostre
Conferenze
Mercatino
Lezioni
Normativa
IS QRP Magazine
Lista Soci ISQRP Members List
Articoli
Libri
Traduzioni
Moduli di Iscrizione
(Italiano)
Membership Application
(English)
Petición de Inscripción
(Espagnol)
Proposta de Inscriçao
( Portugues)
Richiesta di Iscrizione
(Sardo)
Varie
Attività Fari Sardegna
Costruzioni
 
Utilità

Segnala questo sito

----
 
 
La Storia

Abbiamo scritto altre volte come il nostro Club sia nato il 1° Novembre del 2003, divenendo poi Associazione Radioamatoriale nel Gennaio 2005. Però, dato che ogni avvenimento é conseguenza di altri, forse é più corretto affermare che, in realtà, la sua storia iniziò molto tempo prima…..
Emilio era un bravo Aviere Radiotelegrafista: manipolava il tasto con la sinistra, essendo mancino, e scriveva con la destra perché nel 1938 si doveva scrivere con la destra.
Andò in guerra a 19 anni, e dai 20 ai 24 abitò suo malgrado all’interno di un campo di prigionia inglese a Mombasa, in Kenia, dove ebbe modo di sfruttare l’ingegnosità propria e dei compagni per costruire, tra gli altri utili oggetti, anche una rudimentale radio ricevente.
La fine della guerra non esaurì la sua passione per l’autocostruzione: continuò a costruire, modificare ed inventare sempre qualcosa di nuovo.
Un giorno del 1962 decise di cominciare ad insegnare queste cose a suo figlio Franco che allora frequentava la terza elementare. Gli regalò un minuscolo oggetto: un diodo al germanio di tipo OA85, tutto nero e con una pennellata di rosso sul catodo.
Spiegò a Franco che quello era il cuore delle radio più semplici ed il ragazzo costruì così, seguendo uno schema tratto dalla rivista “Sistema A”, la sua prima radio a diodo che, stranamente, funzionò.
Poi gli insegnò a conoscere ed usare le valvole 6SN7, 6SK7, 6V6, 6L6, le 807 e a leggere gli schemi elettrici pubblicati su “Sistema Pratico”, come tante altre persone negli stessi anni, fra le quali vi era l’amico Bruno Putzu di Sinnai, col quale costruì diversi trasmettitori.
Nel 1968, al primo anno del Liceo Scientifico, Franco decise di prendere la Patente di Radioamatore e frequentò i corsi che l’ARI teneva presso i Salesiani, in Viale Fra Ignazio a Cagliari : studiò la telegrafia, col signor Defraia, ed anche la teoria, con Gino Vazza IS1VAZ (oggi IS0VAZ) il quale, dopo Emilio, divenne il suo maestro.
Conseguì la patente nel 1969, ancora troppo giovane per ottenere la licenza per cui lavorò come secondo operatore sia di Gino che di Luciano Forneris (IS0FOL).
Da allora sono passati tanti anni con esperienze sia belle che meno belle nel mondo radioamatoriale, vissute comunque sempre con una profonda gratitudine nei confronti di chi si ferma un attimo per insegnare qualcosa agli altri, dopo averla imparata a sua volta.
Ed eccoci qui, oggi, col desiderio di ridistribuire in qualche modo il dono di quest’arte.
Se a ciò aggiungiamo l’esperienza di avventura e condivisione col mondo Scoutistico, l’incoraggiamento degli amici attenti al prossimo, la pazienza dei nostri familiari, l’altruismo delle persone pronte a collaborare mettendo a disposizione il proprio talento, la passione per le radio semplici ed efficienti, possiamo facilmente intuire come il Sardinia QRP Club, da piccolo sogno, sia potuto divenire realtà.

……E il diodo OA85? E’ ancora qui, come il primo cent di Paperone; dopo 43 anni é un po’ scolorito ma, ve lo assicuriamo, è proprio lui !!

 
 
 
Primo comunicato nascita del Sardinia QRP Club  
Locandina della prima Riunione Plenaria del Sardinia QRP Club, nella quale sono state consegnate le prime 50 tessere del Club.
 

Home | Chi siamo | La Storia | Attività | Telegrafia | Comunicazioni | Progetti | News | Link | Dove siamo |